Kebab Calorie: il cibo etnico ingrassa?





Il kebab da anni è divenuta una delle specialità etniche più gettonate dai ragazzi di tutto il mondo e l’Italia, non si sottrae di certo a questa logica.
Piatto veloce, da consumare anche in piedi mentre si passeggia, il Kebab è un cibo marchio di fabbrica del Medio Oriente ed è sempre più calato nelle abitudini alimentari del nostro paese.

Posto questo, la domanda che ci si può porre in proposito è quella relativa alla salute: il kebab è un alimento sano?
Fermo restando le necessarie precauzioni del caso: la carne deve essere fresca, le norme igieniche devono essere rispettate, la conservazione non deve essere superiore a due giorni, conoscere bene ciò che mangiamo può essere utile anche e soprattutto alle nostre esigenze di linea.
Come accennato, il kebab è un alimento veloce da consumare ed ha una capacità saziante indiscutibile ad un costo bassissimo, 3.50 E di media per un panino. Le kebaberie però sono luoghi che, attenzione, i nutrizionisti sconsigliano fortemente questo perchè un panino singolo arriva a contenere le oltre 1000 calorie, quasi il 100% di quantità di sale raccomandata e 150% di grassi saturi.
E questi dati, sono quelli più “tranquilli”… basti pensare infatti che una ricerca inglese ha messo in evidenza che alcuni panini possono arrivare a concentrare oltre 2000 calorie, eguagliando cioè il fabbisogno giornaliero di una persona.
Insomma, una bella bomba che eppure, potenzialmente, dovrebbe essere un pasto equilibrato contenendo carboidrati, proteine e fibre. E in fondo è cosi, la forza di questo alimento diventa infatti improvvisamente uno svantaggio in base al fatto che spesso, il kebab viene mangiato come spuntino o dopocena quando invece costituisce un pasto vero e proprio.
Consigli?
Per evitare apporti calorici “ingombranti”, e non rinunciare per forza di cose a questo gustoso piatto etnico, fate attenzione a due cose: quantità (optate per panini non enormi) e orari di assunzione, evitate di considerarla in sostanza una merendina.