Mangiare poco fa dimagrire? Una guida per la vostra dieta



In questo post cerchiamo di sfatare qualche tabù e di darvi consigli utili per poter dimagrire, senza dar troppo conto all’equazione mangiare poco=dimagrimento. Se è vero che non mangiare determina inevitabilmente un calo di peso, è altrettanto vero che per la propria salute è un atteggiamento di certo dannoso in primo luogo, e in secondo, il digiunare vi farà riprendere tutti i chilogrammi eventualmente persi in un solo attimo.
Per dimagrire e dimagrire bene quindi, servitevi di questi piccoli commenti, siamo certe vi saranno molto utili.
1) Bevete molto. Il consumo di acqua consigliato è di 30 ml per ogni chilo di peso corporeo (pesi 60 kg? Bevi 1,8 litri d’acqua). L’acqua ha il grande merito di depurare il corpo, disintossica e inoltre ha il potere di riempire, dunque vi darà un gran senso di sazietà, facendovi cosi ridurre le dosi di cibo. Un consiglio: consumatela aggiungendo limone, pompelmo o mandarino, la gusterete più volentieri e vi garantite l’aggiunta di potassio e vitamina c.
2) Trasgredite. Ogni tanto conedetezi un vizio per far si che la vostra dieta non appaia troppo ferrea.
3) Utilizza condimenti innocui: salsa di soia, limone, salse dietetiche come lo yogurt magro con cipolline fresche.
4) Fai 5 pasti al giorno: tre principali e due spuntini
5) Scegli piatti magri anche se si tratta di carne e pesce. Tra le carni meno grasse, c’è quella bianca anche se dipende sempre dalla parte che si sceglie: cosce di pollo e tacchino hanno 130 e 186 calorie, il petto invece 107 e 110. Il vitello ha sole 92 calorie e il coniglio 137 (la coscia). Merluzzo e nasello forniscono 71 cal/100gr, il polpo 57, la sogliola 81.
6) Attenzione all’alcol. Preferire la birra al vino; i succhi di frutta ai digestivi.
7) Visualizza sempre le calorie di quello che stai per mangiare.
8) Iniziare il pasto con l’insalata. E’ ipocalorica e grazie alle fibre, sazia.
9) Se ti viene voglia di dolce, mangia un sottaceto e tutto passa.
10) La pasta è per certi versi non sostituibile trattandosi di carboidrati complessi necessari all’organismo. Per non rinunciarvi, basterà ridurre le porzioni e fare attenzione al condimento: scegliete pomodoro fresco condito con un cucchiaio di olio extravergine. Niente condimenti pesanti.
11) Per i latticini, utilizza prodotti scremati o parazialmente scremati
12) Insaccati: ingrassano sempre e comunque. La scelta più light è quella del tacchino: la bresaola 151 cal con soli 2,6 gr di grassi; la fesa 124 cal con 4 g di grassi.